Le Cose Sessuali

Rock = Sesso

Dalla simpatica storiella sullo squalo degli Zeppelin al Lost Weekend di Lennon, questa è sempre stata un’equazione essenziale.

Dato che Le Cose vogliono essere idolatrate dal pubblico come grandi rock’n’roll stars, abbiamo pensato che fosse utile diffondere alcune dicerie e leggende (assolutamente veritiere) sui loro costumi sessuali.

Leggenda Sessuale Cosiana n. 1

Nel 1972 Le Cose si trovavano per un tour sulla costa est. Dopo un concerto di sei ore e un quarto, in cui avevano fondamentalmente suonato per tutto il tempo lo stesso brano (una versione embrionale e leggermente dilatata del loro più antico cavallo di battaglia, ovvero jarviscocker) erano tornati in albergo, alle sei del mattino, completamente su di giri. Bardot però non si vedeva da nessuna parte. Mercalli, alquanto preoccupato, era andato a cercarlo, con il risultato che era sparito anche lui. Don Ringo aveva deciso di uscire con la sua doppietta, per andare a caccia di topi ragno. Il Barone, in paranoia totale, si era recato in farmacia per comprare delle compresse all’ananas, sua personale panacea. A quel punto Dario Marelli aveva deciso che era giunto il momento buono per addormentarsi. È possibile che Bardot abbia passato la notte con qualcuno. Mercalli semplicemente si era perso. Don Ringo tornò senza topi ragno, ma con un grosso torrone al cioccolato, marca Best West. Il Barone si era strafatto di Fortilase®. Marelli, all’interno del sogno, si era risvegliato accanto a Fujiko e avevano fatto una cosa a tre con il tizio del Rocky Horror Show, usando un intero tubetto di surrogato di mayonaise.

Leggenda Sessuale Cosiana n. 2

È natale. 1988. New York. Tradizionale concerto festivo de Le Cose a SoHo. Ad un certo punto, durante una versione psichedelica di Santa Claus is back in town, tutto il pubblico, strafatto di bastoncini natalizi, comincia a spogliarsi. Lo staff distribuisce per pudore cappellini rossi, che però irragionevolmente il pubblico mette sulla testa. Bardot, che è un uomo di mondo, non si scompone e continua a suonare. Don Ringo invece non si accorge di nulla, perché la sua immensa batteria gli copre la visuale. Il Barone sviene, travolto dall’eccesso informativo e analitico cui lo sottopongono i suoi neuroni. Marelli poggia la chitarra e tenta di buttarsi nella mischia, ma all’ultimo momento Fujiko lo trattiene. Mercalli compone un brano immortale.

Leggenda Sessuale Cosiana n. 3

Giugno 2018, Kill Joy di Roma, Le Cose suonano per la prima volta in pubblico un loro nuovo brano, solveigjakobsen. Nel locale ci sono sì e no 20 persone, alquanto distratte. Il gruppo si produce in un breve esperimento di onanismo musicale, della durata di circa 5 minuti. Mercalli stimola dal basso, Don Ringo titilla pesantemente, Marelli carezza le parti molli, il Barone strapazza i follicoli, Bardot produce fluido magma sonoro che ricopre tutto.

Signore e signori, Le Cose Sessuali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.