Le Cose Distopiche (parte 2)

(Puntata precedente)

36 ore prima, cubicolo 837/h.

– Non credo tu abbia molta scelta.

Bardot è pallido, ma ha uno sguardo di fuoco, mentre il Barone gli sputacchia addosso parole a raffica.

– Non hai alternative, devi farlo, se non vuoi finire fottuto anche tu.

– Non sarebbe la prima volta, in effetti.

– Cazzo Bardot! Ma sei roncoglionito? Qui non si tratta di una semplice sveltina, qui si tratta di una roba coi controfiocchi, con tanto di violino e Bellini ghiacciato. Qui non ne esci vivo! E per cosa poi? In nome di un vecchio legame che nessuno ricorda più, a cominciare dai diretti interessati.

– A partire da te, vorrai dire. C’eri anche tu allora, se non sbaglio.

– È proprio per questo che ti dico che non ha senso continuare a credere in quelle vecchie stronzate. Fidati! La musica è finita da tempo…

– Barone, sei una vera merda…

– Può darsi. Ma intanto sono arrivato da qualche parte. Guarda Marelli invece, che fine sta per fare. E la farà comunque, anche senza il tuo intervento, fidati. Don Ringo è determinato…

– Don Ringo? C’entra anche lui in tutto questo? Pensavo…

– Meglio se non lo dici, Bardot, anzi, meglio se non lo pensi nemmeno… Il Divino ti ascolta.

– Vuoi dire Mercalli, odio quando lo chiamano così.

IL DIVINO VI AMA!

– Rassegnati, non puoi chiamarlo altrimenti. Non è più tuo amico, o mio, non è più amico di nessuno. È oltre, oramai.

– …

– Allora, lo farai vero? Tra tre turni. È una piccola cosa, che nessuno potrà imputarti..

– …

Il Barone poggia un pacchetto di Galoises blu sul piccolo tavolo a muro in peltro sintetico. Bardot spalanca gli occhi, incredulo.

– Sai che non fumo…

– Ma Marelli sì. Lo farai, vero?

Un minuto di silenzio. Il Barone tiene gli occhi fissi sull’espressione impenetrabile di Bardot

– Sai che lui lo conserva ancora? È sulla Nave Reggia…

Gli occhi di Bardot si accendono all’improvviso.

– Potrebbe anche ridartelo. Se ne fai un uso discreto, ovviamente. Allora, che ne dici, lo farai?

Bardot sospira profondamente, la luce nei suoi occhi si spegne.

– Può darsi.

(CONTINUA…)

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.